Usa. Uccide la figlia piantandole un crocefisso in gola: "Volevo liberarla da Satana"

Usa. Uccide la figlia piantandole un crocefisso in gola: “Volevo liberarla da Satana”

omicidio-Redazione- Un omicidio che ha sconvolto l’intera comunità.

A Oklahoma City, negli Usa, una donna, Juanita Gomez, 49 anni, ha ucciso la figlia infilandole con violenza in gola un crocifisso. Si è giustificata così: “Era posseduta da Satana”.

La vittima, 30 anni, è stata trovata a terra con il corpo disposto in forma di croce e un grande crocifisso appoggiato sul petto. I poliziotti hanno trovato Juanita con le mani ricoperte di lividi: ha detto che erano i segni lasciati dalla figlia “mentre era impegnata nella lotta per fare uscire Satana” dal suo corpo.

Juanita viene descritta dai vicini come una donna educata e gentile.

E’ però emerso che alcuni anni fa era stata condannata per una brutta storia di traffico di droga e possesso illegale di armi.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *