Roma. Tassista ubriaco uccide il ristoratore che si rifiuta di servirgli da bere

Roma. Tassista ubriaco uccide il ristoratore che si rifiuta di servirgli da bere

vineria-Redazione-  Un uomo di 76 anni, Nino Sorrentino, titolare di una vineria nel quartiere Prati, a Roma, è morto dopo essere stato aggredito da un tassista che lo ha colpito con una bottiglia rotta nel suo locale.

E’ accaduto nella vineria ‘Olio e Vini’, al civico 17 di via Premuda.

La vittima, colpita alla testa e al collo, è deceduta in ospedale dopo aver lottato tra la vita e la morte.

L’omicida è un tassista di 33 anni di origine brasiliane. I carabinieri sono intervenuti nel locale poco prima della mezzanotte, dopo che l’uomo era fuggito con la sua auto bianca.

Poco più tardi il tassista è ripassato davanti al locale dove è stato riconosciuto da alcuni testimoni: il 33enne ha tentato un estremo tentativo di dileguarsi investendo uno dei militari dell’Arma, che era sceso dalla gazzella per bloccarlo.

Il carabiniere è stato poi medicato in ospedale. Guarirà in una settimana. Il tassista è stato invece bloccato dai militari su via Trionfale.

A quanto si apprende, quando è entrato nel locale l’uomo era visibilmente ubriaco, ma restano da chiarire i motivi del gesto: diversi quotidiani parlano di una lite scaturita a cena per futili motivi (forse un rifiuto da parte del gestore di servire ancora da bere all’uomo) e poi finita in tragedia.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *