Renzi: dimissioni anche in caso di vittoria del Sì al referendum

Renzi: dimissioni anche in caso di vittoria del Sì al referendum

Renzi-Redazione- Matteo Renzi darà le dimissioni anche se vincerà il Sì al referendum costituzionale del 4 dicembre.

Lo scrive oggi il Giornale.

Il premier ha già in mente un nuovo piano: sarà varato un nuovo governo con una maggioranza più ampia. C’è ottimismo a Palazzo Chigi, cresce la convinzione di un buon risultato al referendum e il presidente del Consiglio avrebbe deciso di giocare all’attacco, come ha sempre fatto.

Secondo il quotidiano vicino al centrodestra Renzi avrebbe maturato la decisione di dare le proprie dimissioni da presidente del Consiglio, in base a questo ragionamento: “Questo governo è nato, nel 2014, con il preciso mandato di realizzare una riforma istituzionale attesa da trent’anni.

Dopo lustri di tentativi andati a vuoto, la riforma è finalmente realtà, dunque questo esecutivo – questo sarebbe il messaggio del premier – ha concluso il proprio compito”.

In caso di dimissioni, ci sono pochi dubbi sul fatto che Mattarella riconsegnerebbe subito il mandato al premier uscente. 

“Il quale – anche se ufficialmente lo nega – coglierebbe l’occasione per rafforzare la compagine governativa, cambiando alcuni ministri e facendo entrare nuovi nomi. E anche la maggioranza potrebbe allargarsi, con l’ingresso ufficiale non solo della componente guidata da Denis Verdini (che non chiederebbe posti di governo) ma anche di spezzoni di sinistra radical che oggi soffrono la politica para-grillina di Sel: si parla già di alcuni senatori e deputati pronti a sposare una linea filo-governativa, e fuori dal Parlamento leader come Pisapia e Zedda si sono già schierati per il Sì”..

Scenari possibili, addirittura probabili secondo alcuni attenti osservatori. Non resta che aspettare altri cinque giorni per capire se le cose andranno realmente così.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *