Papa Francesco prega sulla tomba di don Milani il prete degli ultimi

Papa Francesco prega sulla tomba di don Milani il prete degli ultimi

Papa Francesco  prima a Bozzolo, il paese di don Mazzolari, poi a Barbiana, sulla tomba di don Dilani

. Dopo aver pregato sulla tomba di don Lorenzo Milani, ha tenuto un discorso sulla figura del sacerdote fiorentino ripartendo in seguito per il Vaticano. 

Il Pontefice era atterrato nello spiazzo antistante la chiesa di Barbiana, la piccola parrocchia nelle colline sopra a Vicchio, nel Mugello, dove visse don Lorenzo Milani.

Al suo arrivo è stato accolto dall’arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori, e dal sindaco di Vicchio, Roberto Izzo.

“Non posso tacere – ha detto il Papa a Barbiana – che il gesto che ho oggi compiuto vuole essere una risposta a quella richiesta più volte fatta da don Lorenzo al suo vescovo” “che fosse riconosciuto e compreso nella sua fedeltà al Vangelo e nella rettitudine della sua azione pastorale”.

Lo hanno già fatto il card. Piovanelli e gli arcivescovi di Firenze, “oggi lo fa il vescovo di Roma”, “ciò non cancella amarezze” “ma dice che la Chiesa riconosce in quella via un modo esemplare di servire il Vangelo”.

“Il prete ‘trasparente e duro come un diamante’ continua a trasmettere la luce di Dio sul cammino della Chiesa, prendete la fiaccola e portatela avanti”. Così il Papa ha concluso il suo ricordo di don Lorenzo Milani, nello spiazzo adiacente la casa di Barbiana.

“Pregate per me, non dimenticate, che anche io prenda l’esempio di questo bravo prete, e anche voi sacerdoti, anche anziani, perché non c’è pensione per i sacerdoti, tutti avanti, e con coraggio”.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *