Napoli. Recuperati i Van Gogh rubati: erano in mano alla Camorra

Napoli. Recuperati i Van Gogh rubati: erano in mano alla Camorra

van-gogh-Redazione– Avvolti in una tela di cotone nella casa di un narcotrafficante a Castellammare di Stabia.

Sono stati trovati così i due quadri di Vincent Van Gogh , rubati a dicembre del 2002 dal Museo di Amsterdam, e sequestrati dal Nucleo di Polizia tributaria di Napoli nell’ambito di un‘operazione antidroga e anti-camorra che ha portato al sequestro di beni per diverse decine di milioni di euro.

Le due tele sono ‘La chiesa riformata di Neunen’ e ‘Vista dalla spiaggia di Scheveningen’, inserite dall’Fbi nella ‘Top Ten Art Crimes’, opere d’arte più ricercate al mondo.

Appartengono al primo periodo olandese del pittore e sono ritenute di valore inestimabile. Ne è stata confermata l’autenticità a seguito di accertamenti immediatamente effettuati da esperti di livello internazionale e prima di procedere ai successivi adempimenti con le autorità olandesi.

I due dipinti erano all’interno di un’abitazione di un narcotrafficante, R. I., arrestato a gennaio scorso. L’operazione ‘Vincent’ rientra nelle indagini sul clan camorristico Amato-Pagano, impegnato nel traffico internazionale di stupefacenti e alleato di associazioni internazionali dedite al narcotraffico.

Decisive, per il ritrovamento dei quadri, le dichiarazioni rese da M. C., arrestato con R. I. lo scorso gennaio. Dopo il recupero, avvenuto in un’abitazione a Castellammare di Stabia, dall’Olanda è stato inviato un perito del Museo di Amsterdam, che ne ha attestato l’autenticità.

Renzi ha espresso soddisfazione e si è congratulato per l’operazione che ha consentito il recupero delle tele di Van Gogh.

Il premier ne ha anche parlato al premier olandese Mark Rutte prima della cerimonia funebre di Shimon Peres a Gerusalemme, dove si trovano diversi leader mondiali per l’ultimo saluto all’ex presidente israeliano.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *