La Ue dichiara guerra alla Svizzera dopo il referendum anti-frontalieri

La Ue dichiara guerra alla Svizzera dopo il referendum anti-frontalieri

svizzera-RedazioneLa Svizzera ha votato contro i frontalieri, ovvero contro gli italiani: nel canton Ticino il 58% degli elettori ha deciso di ancorare alla Costituzione il principio che privilegia in caso di assunzione i lavoratori svizzeri a tutti gli altri.

La reazione dell’Italia è arrivata con il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, il quale ha affermato che “ogni discriminazione nei confronti dei nostri frontalieri sarebbe un impedimento all’intesa tra Ue e Svizzera“.

Anche da Bruxelles si alza la voce contro la Svizzera.

Margaritis Schinas, portavoce della Commissione europea, ha affermato che il risultato del referendum “non renderà più facili i negoziati” già in corso che affronta le conseguenze del referendum di due anni fa, che chiedeva di porre limiti all’ingresso di lavoratori europei.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *