La polizia turca spara sui profughi siriani: 8 morti; 4 sono bambini

Redazione– Stavano tentando di scappare dai jihadisti che controllano la loro città, Manbij. Il loro intento era quello di raggiungere la Turchia, per un futuro migliore. Non ce l’hanno, però, fatta: otto profughi sono infatti stati ammazzati questa mattina, al confine siriano, dalle guardie di frontiera turche, che hanno aperto il fuoco.

Tra le vittime, anche quattro bambini.

A renderlo noto, l’Osservatorio siriano per i diritti umani aggiungendo che ci sono altri otto feriti.

Da parte sua, la Coalizione nazionale, che raggruppa l’opposizione siriana appoggiata dalla Turchia, aveva dato un bilancio di 11 morti condannando “la terribile tragedia”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *