La giornata di Papa Francesco: niente tv e sveglia presto

La giornata di Papa Francesco: niente tv e sveglia presto

Non ama la tv, si fa la barba da solo, veste abiti semplici, non ha una perpetua e a pranzo fa la fila al self-service come tutti gli altri.

E’ la vita normale di Papa Francesco, raccontata oggi sulle pagine de ‘Il Giornale’ in un reportage di Serena Sartini, che, attraverso le testimonianze delle persone che tutti i giorni lavorano con lui, ricostruisce la giornata tipo di Bergoglio.

“La sveglia – si legge nell’articolo – è puntata alle 4.45. Si fa la barba da solo perché «è una cosa personale», come racconta il suo ex barbiere, Luigi Sasso”. “Dopo la preghiera e la meditazione di un’ora e mezza, alle 7 – scrive il quotidiano – c’è la messa nella cappella di Santa Marta che presiede ogni giorno alla presenza di un gruppo ristretto di fedeli”.

Francesco preferisce abiti senza troppi fronzoli e “addirittura, per abbattere i costi, sembrerebbe perfino – si legge su ‘Il Giornale’ – che Bergoglio abbia fatto acquistare recentemente una talare su Internet”.

Per quanto riguarda lo shopping, il Papa “ama organizzare la vita quotidiana – riporta il quotidiano – come una persona qualunque. Accade anche con gli acquisti” come dimostra il celebre blitz a Roma da un ottico.

“Al termine della messa – si legge nel reportage – inizia la giornata di lavoro di Papa Francesco segnata da udienze, incontri e visite”.

“Si arriva poi al momento del pranzo, un tempo che piace molto al Papa perché – si spiega – ha l’occasione di stare in compagnia e di ascoltare e chiacchierare con gli ospiti di casa Santa Marta”.

Mangia nel refettorio, insieme a tutti gli altri, non ha un tavolo suo e – scrive ‘Il Giornale’ – se il servizio è self-service fa la fila per riempirsi il piatto personalmente”.

“Dopo essersi riposato un’oretta dopo pranzo, il Papa – si legge ancora nell’articolo – riprende il suo normale lavoro fatto di udienze, incontri, studio di dossier e preparazione di discorsi e messaggi.

Non mancano le telefonate a parenti, tra i quali la sorella Maria Elena, e i nipoti, uno dei quali è sacerdote, oltre che agli amici”. Infine, “la cena alle 20, sempre a casa Santa Marta.

E poi a letto presto. Il Papa – scrive il quotidiano – non ama guardare la televisione (l’ultimo film visto è stato «La vita è bella» di Roberto Benigni)”.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *