Euro 2015. A Lille si scatena ancora la furia russa

Euro 2015. A Lille si scatena ancora la furia russa

euro –Redazione- Esplosioni, scontri e tafferugli:

Lille ancora sotto assedio dei tifosi. Non si ferma la furia degli hooligan agli europei di calcio: l’ultimatum con minaccia di espulsione della nazionale russa in caso di nuovi incidenti non ha rappresentato un freno perché al termine della gara tra Russia e Slovacchia, ampiamente indicata col bollino rosso, la città francese è stata di nuovo oggetto di tafferugli.

A fine giornata si contano 36 ultrà arrestati e 16 feriti con la tensione alle stelle sull’asse Mosca-Parigi:

il Cremlino infatti non ha gradito l’arresto dei tifosi russi e ha convocato l’ambasciatore francese a Mosca. Lille già due giorni fa aveva assistito agli incidenti tra tifosi inglesi, di passaggio in città verso Lens, che dista una quarantina di km, dove oggi si gioca Inghilterra-Galles: scontri che avevano portato a sette arresti.

Dopo il match il copione si ripete: sono state avvertite esplosioni in Place des Reignaux, dove c’è stato un fitto lancio di bottiglie e numerose auto sono state danneggiate dagli ultrà russi.

Circa 200 tifosi inglesi ha iniziato a intonare cori di scherno sempre nei pressi della stazione contro i russi e la polizia è dovuta intervenire operando nuovi arresti. Intanto spunta un video sugli incidenti di ieri dove si vedono ultrà umiliare dei mendicanti




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *