Eccidio Siria: la morte nei disegni dei bambini

Eccidio Siria: la morte nei disegni dei bambini

Siria:Redazione- Palazzi sventrati, morti ammazzati per strada, vite felici prima della guerra e dopo distrutte, ma anche colombe, girotondi, simboli di speranza: sono le giornate viste attraverso gli occhi dei bambini siriani.

I loro disegni, raccolti il mese scorso da missionari e congregazioni cristiane nel Paese, sono diventati una mostra ospitata al Parlamento europeo a Bruxelles.

Sono cresciuta con la guerra – racconta la piccola Diane, 10 anni, da Aleppo in un collegamento video organizzato con gli eurodeputati – e questo mi ha impedito di vivere un’infanzia normale”.

“Se andiamo da qualche parte – spiega Salim, 14 anni – abbiamo paura di non tornare piu’ a casa”. “Non e’ facile vivere cosi’ – dice Celine, 10 anni – la notte non riusciamo a dormire per le bombe”.

A promuovere l’iniziativa, il vicepresidente del Parlamento Antonio Tajani, insieme alla fondazione pontificia ‘Aid to the Church in Need’.

Basta con le bombe contro gli innocenti – dice Tajani – in Siria sono morti otto milioni di bambini e questo e’ inaccettabile. Dal Parlamento lanciamo un messaggio forte: siamo accanto ai piu’ deboli”.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *