Dormire poco di notte aumenta il rischio di mortalità

Dormire poco di notte aumenta il rischio di mortalità

Redazione- Dormire poco, è risaputo, non fa bene alla salute, ma grazie a un recente articolo dell’Huffington Post, che ha unito i più recenti studi sull’argomento, sono stati individuati gli effetti più gravi sul nostro organismo, alcuni dei quali riconoscibili dopo appena una notte di sonno mancato.

Dormire meno di sei ore infatti potrebbe scatenare alcuni sintomi, come l’aumento dell’appetito, problemi di memoria e soprattutto perdita di tessuto cerebrale. Questi i sintomi principali, per non parlare poi della maggiore emotività, l’aumento della possibilità di contrarre l’influenza e sul piano estetico l’aspetto ne risente gravemente.

Quando invece non si dorme bene per un po’ di tempo, la situazione diventa drammatica: aumentano in modo esponenziale il rischio d’infarto (+400%), il rischi d’obesità, diabete e soprattutto quello di formazione d alcune forme cancrogene.

Per gli uomini in particolare, un ulteriore problema: secondo uno studio del 2013, pubblicato sull’American Journal of Epidemology eseguito su 953 giovani danesi, la mancanza di sonno diminuisce del 29% la concentrazione degli spermatozoi.

In conclusione gli studi portati avanti da tutte queste riviste ha evidenziato come dormire meno di 6 ore a notte aumenti fondamentalmente il rischio di mortalità.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *