Il bracconaggio uccide il 10% dei gorilla ogni anno

Il bracconaggio uccide il 10% dei gorilla ogni anno

gorillaRedazione– ‘Ogni anno il 10% della popolazione di gorilla di pianura viene cancellata dal bracconaggio.

Un duro colpo per una popolazione già ridotta al lumicino da deforestazione e malattie. E in alcune foreste dell’Africa centrale è andato già perso il 90% di questi meravigliosi” esemplari.

”Il bracconaggio è il crimine che negli ultimi decenni in Africa ha più contribuito al drammatico declino nella popolazione di gorilla, minacciati anche da deforestazione e malattie – spiega il Wwf – e entro il 2032 sarà rimasto solo il 10% dell’habitat di tutti i gorilla e nei prossimi 10 anni i ‘re della foresta’ potrebbero addirittura scomparire da gran parte dei loro ambienti naturali”.

I gorilla di pianura occidentale sono considerati in pericolo di estinzione secondo la Lista rossa dell’Unione mondiale per la conservazione della natura, che ne stima una popolazione di un massimo di 100 mila individui

”Il bracconaggio è una piaga che va fermata perché non solo distrugge la biodiversità, ma alimenta il dramma della fame e della povertà di intere popolazioni e gran parte degli stati africani vede nel bracconaggio una seria minaccia al proprio sviluppo economico”, osserva Donatella Bianchi, presidente del Wwf Italia.

Gorilla, elefanti, scimmie e le splendide foreste tropicali rappresentano il cuore pulsante del bacino del Congo, ma le risorse naturali stanno scomparendo per colpa di veri e propri criminali di natura che eliminano animali protetti, distruggono le foreste ed estraggono illegalmente materie preziose, tutte attività che spesso finiscono per finanziare i conflitti armati.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *