Affitti: le novità del 2017

Affitti: le novità del 2017

2017 ricco di novità per i contratti d’affitto.

In particolare riguardano il canone concordato e la cedolare secca ossia il regime agevolato, che prevede un’imposta al 10% fino alla fine di quest’anno e al 15% dal 2018.

Ecco i cambiamenti:

Canone concordato. Il contratto di locazione a prezzi calmierati non sarà più riservato alle aree considerate ad alta densità abitativa, ma potrà essere adottato anche dai Comuni più piccoli al di sotto dei 10mila abitanti.

Contratti transitori. Si potrà usufruire della cedolare secca per i contratti transitori, utilizzati per esigenze temporanee non turistiche, di una durata tra uno e 18 mesi a seconda di quanto stabilito dalle parti. La natura transitoria va dichiarata nel contratto con una documentazione specifica da allegare.

Affitto studenti fuorisedeCedolare secca non solo per gli studenti universitari fuorisede, ma anche per chi affitta a chi è iscritto a corsi di “formazione post laurea quali Master, Dottorati, Specializzazioni o perfezionamenti”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *